Villa Minetta

La villa dell'uomo più ricco d'Italia


esplorazione aprile 2024

Luogo: Novi Ligure – Tipologia: Villa – Anno di costruzione: XIX sec. – Anno di abbandono: cr. 2000 – Stato attuale: Estremo pericolo +++++

Sono arrivato tardi, troppo tardi, Villa Minetta è ormai quasi totalmente distrutta e la sua esplorazione è assolutamente da evitare, e pensare che diversi anni fa ci arrivai davanti senza però riuscire ad entrare, a dire il vero non tentai nemmeno...

Mentre, mia moglie ed io, sorseggiamo l'ultimo bicchiere di una favolosa bottiglia di Nebbiolo che ha accompagnato il nostro menù fatto di agnolotti del plin e vitello tonnato in un ottimo ed accogliente ristorante di Novi Ligure, la nostra attenzione cade su un libro scritto da Lorenzo Robbiano "Quando a Novi c'era Raggio, l'uomo più ricco d'Italia".

"Alle ore 11 e sette minuti del 12 ottobre 1906, a Villa Minetta, all'età di sessantasei anni, colpito da grave malattia il Conte Edilio Raggio...scompare dalla terra"

La storia di Villa Minetta è indissolubilmente legata a questa figura, parlamentare per 32 anni, armatore, industriale dell'acciaio e del carbone, considerato l'uomo più ricco d'Italia che fece della villa la sua dimora urbana dandole le sembianze ed i colori, bianco e rosa, che furono i suoi simboli e arrivando ad ospitare nel 1877 Re Vittorio Emanuele II ed il principe di Savoia, futuro Umberto I. Grande mecenate fece costruire a sue spese l'ospedale della città e dopo la morte il figlio saldò tutti i debiti che i novesi avevano con l'erario.

Arrivano i titoli di coda della seconda guerra mondiale e Villa Minetta diventa sede di unità italo-tedesche in ritirata al comando del maresciallo Rodolfo Graziani, che prende casa nelle sale della Villa, ed infine saranno le truppe americane ad insediarci il loro quartier generale.

Nel dopoguerra, offre asilo a famiglie di sfollati tra cui quella di Giovanni Palmiri detto il "diavolo rosso", spericolato ed innovativo acrobata circense famosissimo all'epoca, che muore nel 1949 tentando di salire al volo su una motocicletta in corsa sopra un filo teso a 20 metri di altezza.

Dopo la famiglia circense viene acquistata dalla famiglia Spinoglio che ne fa la sua residenza e che sarà l’ultima ad abitare la villa. Dopo varie vicissitudini la villa viene messa più volte all'asta ed a lei si interessa anche Dody Al Fayed, che vorrebbe viverla insieme a Lady Diana, ma tutto finì nel buio di un tunnel parigino.
Nel 2004 venne comprata da una famiglia di industriali che però non è mai riuscita a ristrutturarla e Villa Minetta attende ormai il definitivo collasso.

E' con enorme dispiacere che attraverso i saloni distrutti e quasi irriconoscibili del piano terra di Villa Minetta, la stanchezza di due giorni di esplorazioni e l'età non più favorevole mi sconsigliano di provare a percorrere quel che resta dell'imponente scala che portava ai piani superiori e mi accontento di ciò che posso vedere e soprattutto di ciò che posso immaginare.
Sono arrivato tardi, troppo tardi.



Immagine per lasciare un commento