La villa addormentata


La Bastia giace silenziosa nel bosco


online luglio 2024

Luogo: Toscana – Tipologia: Villa – Anno di costruzione: cr. 1500 – Anno di abbandono: cr. 1990 – Stato attuale: Estremamente pericolosa

Come una bella addormentata giace nel bosco Villa La Bastia ormai in lunga attesa di un principe che la prenda per mano e le doni nuovo splendore, uhm forse sto facendo un pò di confusione del resto le fiabe non sono mai state il mio forte...

Sorta intorno al 1512 su i resti di una torre di guardia del 1100 per volere della nobile famiglia di Puccio Pucci, acerrimi nemici dei Medici, venne a loro confiscata insieme a tutti gli altri possedimenti da Cosimo I de' Medici avendo i Pucci partecipato alla congiura contro di lui nel 1559.

E' intorno al 1650 che villa La Bastia subirà la maggior parte dei lavori di ampliamento e ristrutturazione fino all’aspetto attuale per opera dei Conti Orlandini, diventando a pieno titolo una lussuosa abitazione di campagna. Si arriva così al 1852 quando il conte Fabio Orlandini, sommerso dai debiti, vendette tutto il complesso ad un personaggio di spicco dell’economia della zona, Amedeo Del Vivo che la trasforma prima in azienda agricola e poi in prestigiosa sede di eventi e cerimonie.
Nel secolo scorso viene ceduta ad una società che aveva l'intenzione di ristrutturarla e dividerla in appartamenti di lusso, ma niente è accaduto e da più di 20 anni villa La Bastia giace addormentata ed impotente di fronte al suo declino mostrando ampiamente le ferite che l'abbandono le ha procurato.

Non è facile esplorare e fotografare La Bastia, la vegetazione la ingloba completamente insinuandosi all'interno attraversando improbabili porte e finestre ed obbliga la luce a percorrere complicati e misteriosi labirinti per rischiarare i magnifici affreschi bucolici che impreziosiscono le sue pareti, alcuni pavimenti non invitano al passaggio anzi lo sconsigliano assolutamente ma nonostante tutto ciò il suo fascino è ancora irresistibile e lo spirito del viandante dell'abbandono ne può solo trarre profonde e struggenti emozioni.

L'esplorazione, visto lo stato in cui versano alcuni ambienti, non è completa e nemmeno consigliata, mi allontano comunque appagato e con la speranza che un magico principe possa finalmente svegliare la villa addormentata nel bosco e scrivere una nuova fiaba.





Immagine per lasciare un commento